5 Febbraio: Festa di S. Agata

Vita di S. Agata, vergine e martire
Sant'Agatal-carcere

Sant’ Agata nacque nei primi decenni del III secolo a Catania in una ricca e nobile famiglia di fede cristiana. Verso i 15 anni volle consacrarsi a Dio. Il vescovo di Catania accolse la sua richiesta e le impose il velo rosso portato dalle vergini consacrate. Il proconsole di Catania Quinziano si invaghì perdutamente di lei. Dopo continui rifiuti da parte di agata, esasperato, cercò di farle cambiare idea con mezzi coercitivi e violenti. In forza dell’editto di persecuzione dell’imperatore Decio, l’accusò di vilipendio della religione di Stato, quindi la fece imprigionare. Furioso, l’uomo imbastì un processo contro di lei. Interrogata e torturata Agata resisteva nella fede: Quinziano al colmo del furore le fece anche amputare le mammelle con grosse tenaglie. Ma le giovane, dopo una visione, fu guarita. Fu ordinato allora che venisse bruciata, ma un forte terremoto evitò l’esecuzione. Il proconsole fece togliere agata dalla brace e la fece riportare agonizzante in cella, dove morì qualche ora dopo. Era il 251

Preghiera a Sant’Agata

O gloriosa vergine e martire sant’Agata, tu che sin dalla prima età consacrasti a Dio la mente e il cuore, tu che imitasti l’Agnello immacolato nella purezza della vita, nell’esercizio delle più eroiche virtù, nella lotta gloriosa del martirio, prega per noi, ottienici di assomigliare a te: che la fede divina illumini la nostra mente e muova le nostre azioni; che siamo e ci mostriamo dappertutto cristiani, senza rispetto umano; che otteniamo per i tuoi meriti il trionfo delle nostre passioni e sugli assalti di satana; che accesi, come te, di ardente zelo possiamo essere resi degni di esercitare un santo apostolato a beneficio dei fratelli; che raggiungiamo il fine per cui il buon Dio ci ha creato e ci ha redento, la beata corona del Paradiso. Amen

5 Febbraio: Festa di S. Agataultima modifica: 2015-02-04T18:40:41+01:00da antonellagarufi
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *